Condivido per Non Sprecare: Ambiente Solidale, CAIR e la Caritas di Napoli combattono lo spreco alimentare!

Villa Fernandes: la ripartenza di un bene comune
24/06/2020
La Raccolta del Cartone: un servizio di Ambiente Solidale per la comunità
23/07/2020
Mostra tutto

Condivido per Non Sprecare: Ambiente Solidale, CAIR e la Caritas di Napoli combattono lo spreco alimentare!

Ambiente Solidale, fin dal giorno della sua costituzione ha avuto tra le sue mission principali, la salvaguardia dell’ambiente e la lotta allo spreco. L’impegno profuso dalla cooperativa in questi anni hanno permesso di riciclare tonnellate di rifiuti tessili che hanno avuto così una “seconda opportunità”. Lo stesso vale per la raccolta del cartone. Nella stessa ottica, Ambiente Solidale ha deciso, in collaborazione con la  Caritas Diocesana di Napoli e il CAIR, di ampliare la propria rete d’azione e affrontare il problema dello spreco alimentare.

CONDIVIDO PER NON SPRECARE

Il mondo di oggi, dove il capitalismo la fa da padrone, si basa sui consumi dei cittadini. Il sistema ci porta ad acquistare sempre più prodotti senza pensare a cosa realmente ci serve. Inevitabilmente tantissimi prodotti, sopratutto quelli alimentari, vengono sprecati causando così un danno all’ambiente e a chi vive in situazioni di indigenza. In un mondo dove si spreca troppo, occorre quindi sviluppare un modello alternativo finalizzato a ridurre gli acquisti.

Ecco perché la Caritas Diocesana di Napoli, l’associazione CAIR e la cooperativa sociale Ambiente Solidale hanno deciso di mettersi in rete grazie al progetto “Condivido per Non Sprecare” cercando la sostenibilità dei processi, oltre che dei prodotti, per affermare una nuova logica, quella della sufficienza, che sia in grado di intervenire in modo concreto sui modelli di consumo, riducendo a monte lo spreco delle risorse. Acquistando meno e con più frequenza, e cercando di programmare meglio il menù settimanale ciascuno di noi potrebbe contribuire significativamente alla soluzione del problema.

Basti pensare che quello che gli italiani buttano nella spazzatura potrebbe essere usato per sfamare milioni di persone. Secondo studi recenti, riducendo del 10% la quantità di cibo ancora commestibile che viene cestinato, si potrebbe cucinare per i 3,7 milioni di nostri concittadini che, quest’anno, si sono dovuti rivolgere alle mense gratuite per ricevere un pasto.

LE NOSTRE ATTIVITÀ

In questa ottica Ambiente Solidale gestisce lo stoccaggio e la distribuzione di generi destinati a persone indigenti seguite da associazione di volontariato ed istituzioni prevalentemente di ispirazione cattolica. I prodotti distribuiti provengono dall’AGEA (l’Agenzia per l’Erogazione in Agricoltura) che gestisce gli aiuti alimentari in Italia. Per ridurre l’incidenza degli sprechi alimentari è stato inoltre realizzato un programma di contrasto alla povertà alimentare che prevede le seguenti azioni:
  • Aumento delle pratiche individuali e collettive orientate alla riduzione degli sprechi alimentari.
  • Distribuzione del cibo agli enti che appartengono alla rete del CAIR (Comitato per Assistenza Istituti Religiosi – promosso dalla Caritas Diocesana di Napoli) e che sostengono persone e famiglie indigenti nel territorio diocesano.
  • Recupero delle eccedenze e dei beni alimentari invenduti o non consumati e aumento così della varietà dei prodotti ridistribuiti gratuitamente agli indigenti, attraverso rapporti di collaborazione con produttori e distributori commerciali.
  • Organizzazione e gestione delle giornate di raccolta alimentare: sia diocesane (1 unico appuntamento all’anno in tutto il territorio bersaglio) che territoriali (ogni territorio può organizzarsi più volte durante l’anno coordinandosi con il soggetto gestore dell’interno programma).

 

CONDIVIDO LA SOLIDARIETÀ

Il lavoro di rete e cooperazione applicato da Ambiente Solidale, Caritas Diocesana di Napoli e CAIR, in un momento così complesso per il nostro paese, colpito duramente dal Covid-19, ha portato alla creazione di un altro progetto per combattere lo spreco alimentare. L’obiettivo è aiutare chi in questo momento ha più bisogno raccogliendo fondi o aiuti alimentari che possano garantire un pasto a chi vive in situazioni d’indigenza.

Le richieste pervenute dallo scoppio della crisi, sono aumentate drasticamente. Mensilmente distribuiamo in media 1000 quintali di prodotti a circa 100 strutture caritative e mense del territorio: alimenti come latte, biscotti, polpa di pomodoro, riso, pasta provenienti dal Programma Operativo Fondo di Aiuti Europei agli Indigenti attraverso AGEA assicurando con professionalità interventi mirati per circa 50.000 persone bisognose.

Oggi, in questa fase di emergenza che stiamo vivendo a causa della diffusione del Covid-19, le richieste di aiuto aumentano anche da parte di altre mense e strutture. Purtroppo possiamo garantire un’integrazione che non supera i 3 quintali di prodotti. Grazie alla campagna di raccolta fondi, sono stati raccolti otre 5000 euro. La cifra però non basta ad accontentare tutte le richieste e per non lasciare indietro nessuno c’è bisogno del contributo di tutti.

COME DONARE

  • Se sei un cittadino e desideri donare la tua spesa o il tuo tempo contatta la struttura più vicina.
  • Se sei un’ azienda e vuoi contribuire scrivici a info@condivido.org.
  • Per maggiori informazioni , visita il sito www.condivido.org.

Comments are closed.